30/07/07

Jenna

La Virgin Comics, neonata casa editrice di fumetti americana, presto pubblicherà Shadow Hunter, graphic novel che narrerà le avventure di una supereroina scampata alla morte ma costretta a combattere contro i peggio demoni dell'inferno.
La protagonista avrà le sembianze di Jenna Jameson (qui in versione casta: artfiles.art.com/images/-/Jenna-Jameson---Close-Up-Poster-C12006356.jpeg), nota pornostar che di recente si è improvvisata scrittrice (?) dando alle stampe l'autobiografia Vita da Pornostar (che, se qualcuno mi conferma essere pieno di sconcerie come credo, leggerò volentieri ^^^).
Nel presentare il progetto Sharad Devarajan, boss della Virgin, afferma che "Jenna è un'imprenditrice che ha abbattuto molti tabù e ha costruito intorno al suo personaggio una vera e propria industria", e fin qui tutto bene.

Il problema dove sta? Nel fatto che per l'intera durata del fumetto non sono previste né scene di sesso né scene di nudo.
Con questo non voglio dire che un fumetto debba contenere per forza scene di sesso e di nudo, ma che è un'assurdità basare il personaggio su una pornostar se poi la detta pornostar non viene trivellata ogni tre pagine da un metro di trapano demoniaco in ogni buco.
Non riesco a farmene una ragione, possono sfruttare il corpo di Jenna e decidono in piena coscienza di non mostrarlo. Ma che hanno nella testa?
Pensate ai tanti fan della Jameson, pensate alla loro delusione nel leggere il fumetto: ovunque appaia, Jenna è nuda se non peggio, tranne qui. Cadono anche le ultime certezze. Cresceranno disadattati.

Secondariamente: fra tutte le belle donne fra cui potevano scegliere perché proprio Jenna? Che so, scegli La Jolie, la Aniston, Lady D, Madre Teresa e metti loro abiti più succinti del normale, sarà un successo (ecco, forse non Madre Teresa [anche se un fumetto con queste premesse lo comprerei a scatola chiusa]). Ma che senso ha rivestire una ragazza che trovi come mamma l'ha fatta in qualsiasi giornale?

Mah.

12 commenti:

  1. utente anonimo31/7/07 20:23

    Be', ma che ti aspettavi da una casa editrice che di nome fa "Virgin"?
    p.s.: comunque l'idea del trapano demoniaco la brevetterei, troppo figa!
    ah ah ah

    Ciao, Fabio.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo31/7/07 20:23

    Be', ma che ti aspettavi da una casa editrice che di nome fa "Virgin"?
    p.s.: comunque l'idea del trapano demoniaco la brevetterei, troppo figa!
    ah ah ah

    Ciao, Fabio.

    RispondiElimina
  3. utente anonimo31/7/07 20:23

    Be', ma che ti aspettavi da una casa editrice che di nome fa "Virgin"?
    p.s.: comunque l'idea del trapano demoniaco la brevetterei, troppo figa!
    ah ah ah

    Ciao, Fabio.

    RispondiElimina
  4. Ciao Fabio! :D

    Non l'avevo mica notato che la casa editrice agiva d'accordo col proprio nome. Occasione sprecata. ^^

    RispondiElimina
  5. Ciao Fabio! :D

    Non l'avevo mica notato che la casa editrice agiva d'accordo col proprio nome. Occasione sprecata. ^^

    RispondiElimina
  6. Ciao Fabio! :D

    Non l'avevo mica notato che la casa editrice agiva d'accordo col proprio nome. Occasione sprecata. ^^

    RispondiElimina
  7. Bravo, benvenuto nel Magico Mondo dei Blog Generalisti (MMBG)!

    Tutto questo mi ricorda qualcosa... Nell'epoca dei fumetti erotico-pulp-trash italiani anni '70 succedeva esattamente il contrario: i protagonisti di dette opere avevano le sembianze di artisti italiani e non, e le loro avventure erano tutto fuorché virginali.
    In particolare abbiamo perle quali:

    Zora la Vampira - Catherine Deneuve
    Sukia - Ornella Muti
    Jacula - Patty Pravo
    Lando - Adriano Celentano
    Il Montatore - Lando Buzzanca

    Un giorno scriverò qualcosa in proposito...

    RispondiElimina
  8. Bravo, benvenuto nel Magico Mondo dei Blog Generalisti (MMBG)!

    Tutto questo mi ricorda qualcosa... Nell'epoca dei fumetti erotico-pulp-trash italiani anni '70 succedeva esattamente il contrario: i protagonisti di dette opere avevano le sembianze di artisti italiani e non, e le loro avventure erano tutto fuorché virginali.
    In particolare abbiamo perle quali:

    Zora la Vampira - Catherine Deneuve
    Sukia - Ornella Muti
    Jacula - Patty Pravo
    Lando - Adriano Celentano
    Il Montatore - Lando Buzzanca

    Un giorno scriverò qualcosa in proposito...

    RispondiElimina
  9. Bravo, benvenuto nel Magico Mondo dei Blog Generalisti (MMBG)!

    Tutto questo mi ricorda qualcosa... Nell'epoca dei fumetti erotico-pulp-trash italiani anni '70 succedeva esattamente il contrario: i protagonisti di dette opere avevano le sembianze di artisti italiani e non, e le loro avventure erano tutto fuorché virginali.
    In particolare abbiamo perle quali:

    Zora la Vampira - Catherine Deneuve
    Sukia - Ornella Muti
    Jacula - Patty Pravo
    Lando - Adriano Celentano
    Il Montatore - Lando Buzzanca

    Un giorno scriverò qualcosa in proposito...

    RispondiElimina
  10. Mica scemi gli italiani!

    Me lo vedo il fumetto che inizia con "ogni riferimento a fatti o persone realmente esistente POTREBBE ESSERE puramente casuale".

    Difatti li ristampano ancora, in antologico. Ne saranno già uscite 3-4 quest'anno.

    Rivalutati nel tempo... dubito rivaluteranno mai il fumetto di Jenna, a meno che a castità si torni al medioevo e il fumetto di Jenna venga considerato come buon esempio.

    ("Lando" pensavo fosse il titolo di un giornaletto erotico antologico, non un vero personaggio).

    RispondiElimina
  11. Mica scemi gli italiani!

    Me lo vedo il fumetto che inizia con "ogni riferimento a fatti o persone realmente esistente POTREBBE ESSERE puramente casuale".

    Difatti li ristampano ancora, in antologico. Ne saranno già uscite 3-4 quest'anno.

    Rivalutati nel tempo... dubito rivaluteranno mai il fumetto di Jenna, a meno che a castità si torni al medioevo e il fumetto di Jenna venga considerato come buon esempio.

    ("Lando" pensavo fosse il titolo di un giornaletto erotico antologico, non un vero personaggio).

    RispondiElimina
  12. Mica scemi gli italiani!

    Me lo vedo il fumetto che inizia con "ogni riferimento a fatti o persone realmente esistente POTREBBE ESSERE puramente casuale".

    Difatti li ristampano ancora, in antologico. Ne saranno già uscite 3-4 quest'anno.

    Rivalutati nel tempo... dubito rivaluteranno mai il fumetto di Jenna, a meno che a castità si torni al medioevo e il fumetto di Jenna venga considerato come buon esempio.

    ("Lando" pensavo fosse il titolo di un giornaletto erotico antologico, non un vero personaggio).

    RispondiElimina