13/08/07

100 Bullets

Questo post è più che altro per convincere un amico, che purtroppo è rimasto scottato dalla run di Azzarello su Hellblazer. Se solo non fosse così cocciuto e testardo darebbe una chance a 100 Bullets perché lo adorerebbe. Vagina (anche figa è volgare) se lo adorerebbe!

Pertanto mi permetto di rivolgermi a lui direttamente, per un momento: presta molta attenzione, caro.


In modo che un po' tutti possano capire, ecco un po' di background information: 100 Bullets (it.wikipedia.org/wiki/100_Bullets) è un fumetto - meglio, Graphic Novel - creata da Brian Azzarello (testi) e da Eduardo Risso (chine) per la Vertigo (it.wikipedia.org/wiki/Vertigo), la linea matura della DC Comics che in passato ha sfornato capolavori quali Sandman (it.wikipedia.org/wiki/Sandman) di Neil Gaiman e Preacher (it.wikipedia.org/wiki/Preacher) di Garth Ennis e Steve Dillon.

Bene, giusto ieri con Amico Cocciuto si discuteva del collasso della DC nei confronti della Marvel (ammetto che siamo un po' nerd), e di come anche la Vertigo non sia più in grado di sfornare prodotti a livello dei due sopracitati, benché Fables (it.wikipedia.org/wiki/Fables) e Y, l'ultimo uomo (it.wikipedia.org/wiki/Y_-_l%27ultimo_uomo_sulla_terra) siano delle signore testate che meritano di essere lette e rilette.


Nella sua seppur lucida analisi, Amico Cocciuto, per mancanza di conoscenza diretta e per il motivo citato in apertura, esclude 100 Bullets, che a mio modesto avviso al momento (la serie non è ancora conclusa) è degna di giocarsela con Preacher e Sandman. Non che nessuna delle tre serie sia paragonabile (100 Bullets è un noir-pulp coi contropeni; Sandman è una storia onirica, lirica e sognante, senza un minimo d'azione [la cui mancanza non si sente affatto]; e Preacher... be'... Preacher è Preacher), ma ci sono ottimi motivi per leggere 100 Bullets, che vado testé ad elencare:

- La serie a livello grafico presenta divinamente: Risso è un mago del pennello aiutato da una colorazione eccezionale che riesce a dipingere perfettamente le atmosfere create da Azzarello.
- Azzarello è ispiratissimo e sta costruendo una trama avvincente, ricca di colpi di scena e mai banale. Un'ottima cartina tornasole del suo talento è che, come in Sandman, niente è lasciato al caso. Per esempio, un minimo accenno nel numero due diventa fondamentale nel numero quaranta, uscito anni dopo. È chiaro che Azzarello aveva la storia in testa dal primo numero, e questa è una garanzia.
- Azzarello narra in modo variegato, cambiando spesso e volentieri approccio stilistico, sperimentando con ottimi risultati. In altre parole, a una trama avvincente unisce uno stile avvincente uguale che dona alla storia il doppio dell'avvincevolezza (parola che se non è un neologismo, poco ci manca).
- La serie fino a ora va in crescendo; ogni TP (un TP raccoglie da 5 a 10 episodi della serie in volume) è più bello del precedente e inferiore al successivo.
- Mai un calo di ritmo, nonostante la diversità delle storie narrate e delle ambientazioni trattate: Azzarello è a suo agio uguale a raccontare dei ricconi del Trust o dei poveracci delle favelas, rendendo tutto affascinante.
- Ci scappa qualche risata, di quelle alla Ennis.
- In poche parole, Azzarello incarna il meglio di Gaiman e di Ennis e ci mette del suo.
- Varie & eventuali.


Per correttezza aggiungo anche l'unico motivo per cui una persona sana di mente a cui piace il genere non dovrebbe comprare 100 Bullets:

- lo scempio delle edizioni italiane. In pratica uno dei pregi della serie, la storyline strettissima, diviene in Italia la sua spada di Damocle. Questo perché attualmente sono disponibili i TP numero 1, 2, 3, 7, 8 e 9. Dei TP 4, 5 e 6 non v'è traccia, a meno di non recuperare i singoli volumi sciolti sulle pagine della rivista contenitore Verigo:Presenta.
Provare a seguire la serie senza colmare il buco è folle, si perde parecchio. L'unica è recuperare i 3 TP mancanti in lingua originale (e so per certo che Amico Cocciuto con l'inglese non ha problemi) o sperare in una ristampa prima o poi.*
Tutto ciò oltretutto crea un paradosso. La nuova casa editrice sembra si lamenti delle vendite sotto le attese di 100 Bullets e al momento sembra esser poco disposta a cacciar soldi per pubblicare i TP mancanti. D'altrocanto la serie vende meno del previsto proprio perché mancano all'appello 3 TP. In altre parole, qualcuno è un idiota.

*: so che esiste la via illegale, non sono nato ieri. Solo, voglio mantenere questo blog al di sopra di ogni sospetto, pertanto non avete appena letto quest'ultima parte di post.

Tutto ciò oltretutto crea un paradosso. (...)

Nessun commento:

Posta un commento