21/10/07

Trittico - iii - Mister Ics in "l'ameba"

Abbiamo lasciato Mister Ics al termine della sua noiosa storia di primo-vero finto amore, con annessa perdita della verginità.

Finalmente, perché adesso le cose iniziano a farsi interessanti.

Bene, inutile girarci intorno, dopo qualche mese di forzata astinenza Mister Ics aveva gli ormoni sufficientemente in buzza da provarci con qualsiasi cosa.

(Aperta parentesi: quando dico "qualsiasi cosa" non intendo "qualsiasi cosa" secondo il significato comune, bensì "qualsiasi cosa" rispetto ai canoni estetici di Mister Ics, che sono i seguenti: magrezza sconcertante; aria da minorenne; niente culo; tette, se capita)

Dicevo, Mister Ics si sarebbe zompato qualsiasi cosa, e infatti ha incontrato l'Ameba (sedere ben tornito, seno quanto basta, maniglie dell'amore).

(Aperta parentesi: quando dico "qualsiasi cosa" non intendo "qualsiasi cosa" secondo il significato comune, bensì "qualsiasi cosa" rispetto ai valori di coppia di Mister Ics, che non cerca la botta e via con una sconosciuta, ma che, per quanto sia arrapato dopo mesi di astinenza, la donna la vuole conoscere anche al di fuori del banale sesso selvaggio)

Dicevo, l'Ameba. Per sua sfortuna, dopo aver dato fuoco alle polveri, Mister Ics è tornato a ragionare col cervello. e si è reso conto che l'Ameba non era soddisfacente sotto nessun altro punto di vista, principalmente perché, nonostante Mister Ics le abbia ripetuto duecento volte la prima sera che non cercava una storia seria (non era del tutto rincitrullito), l'Ameba già faceva progetti per il futuro.

Sia chiaro, Mister Ics non ha niente contro chi fa progetti per il futuro, basta che lui non sia coinvolto.

E niente, l'Ameba pensava di avere una tattica vincente per sedurre Mister Ics, la stessa tattica che le sarebbe poi valsa il soprannome: essere accondiscendente. Sempre. Senza eccezioni. Né ora né mai.

Per qualche giorno è andata così, con Mister Ics che chiedeva e lei che acconsentiva:

(in disco)
"Adoro l'house minimal!"
"Anch'io!"
":-)"

(a un concerto)
"adoro il death metal!"
"Anch'io!"
"..."

(per strada)
"Adoro schiacciare gattini guardando negli occhi la loro madre"
"(Corre a cercare una cucciolata)"
"Dobbiamo parlare."

Quindi niente, questa storia si chiude qui, con l'Ameba che forse ancora si chiede dove ha sbagliato, e con Mister Ics che torna alle sue fantasie solitarie, senza sapere cosa gli riservi il futuro...

... Stay tuned! La prossima volta è il turno della Cubista!

4 commenti:

  1. utente anonimo21/10/07 13:14

    e il post "Porca puttana, chi me l'ha fatto fare?" ghghhg
    girl

    RispondiElimina
  2. lol... tutto questo apre interessanti scenari di estorsioni e appropriazioni indebite di beni materiali... XD

    Cmq meglio "zerbina" che ameba ;)

    RispondiElimina
  3. Non ho capito, stai cercando di riciclarti Mister Ics? ^^

    In quanto a "zerbina"... sarà per la prossima, erano poi le 5 di mattina^^

    RispondiElimina
  4. utente anonimo24/10/07 15:12

    ehy ma perchè Mr. Ics può andare in disco a ballare la house minimal, andare ad un concerto death metal e amare entrambi mentre l'ameba no? E se il problema vero fosse che l'ameba adori realmente schiacciare gattini guardando negli occhi la loro madre?

    RispondiElimina