29/11/07

Pillola

Entrò Cecilia, e qualcuno entrò in lei.*
Neanche il tempo di aprire l'acqua della doccia e già si ritrovò a culo all'aria.
Qualcuno le premeva sulle spalle.
Cecilia fu invasa.
Qualcuno dietro di lei ansimava.
Entrava e usciva.
Ansimava.
Neanche il tempo di iniziare a godersi l'inaspettata attenzione, che tutto finì.
Qualcuno dentro di lei veniva.
Puntava e ululava.
Veniva.
La pressione scemò, Cecilia si raddrizzò, si volse e disse, rassegnata:
- Va bene, cagnaccio, te li vado a prendere subito, i Ciappy!
- Woof?

===================

* Frase bellissima, ma non mia. È il titolo di un capitolo di un romanzo (Breve storia di lunghi tradimenti) di Tullio Avoledo.

Nessun commento:

Posta un commento