26/11/08

La donna come locus amoenus

Caretteristiche di un locus amoenus:

  • fiumi/fonti

  • vento

  • bosco/albero

  • prato e fiori

  • ombra

  • uccelli

  • frutti


Questi sette elementi soddisfano i cinque sensi e rappresentano i quattro elementi naturali.

Pare giusto, a questo punto, ritoccare appena appena parte di un locus amoenus descritto da Tiberiano nella sua prima carmina.

"Il suo corpo scintillava per l'olio, splendeva per il sole, e la boscaglia profumava del profumo che emanano le violette. In mezzo a questi doni di primavera, a queste gemme preziose, spiccava la regina di ogni fragranza, stella mattutina d'ogni colore, aureofiorita fiamma di Dione, l'odore di figa. Un boschetto rugiadoso spuntava dall'umido pube: il succo del piacere mormorava tutt'intorno, sgorgando da molteplici fonti, rivoli dal rapido flusso scorrevano con gocce cristalline; il muschio e l'edera allacciavano strette le grandi labbra. Fra queste ombre, tutti gli uccelli, più armoniosi di quanto si possa immaginare, ghorgheggiavano con rumorosi canti primaverili e con dolci sussurri; il mormorio del fiume canterino qui s'intrecciava al canto delle fronde; l'arioso monte di Venere aveva dato il via al canto. Così, chi passava di là, poteva godere."

In questo post vengono cambiate due parole due rispetto all'originale.

Nessun commento:

Posta un commento