24/01/12

Novità._

Anno nuovo blog nuovo (anche perché Splinder mi ha lasciato a piedi).
L'idea era di cominciare spiegando come avrei usato questo spazio per obbligarmi a scrivere qualcosa ogni giorno in modo da tenermi in allenamento, e come questa cosa fosse un buon proposito per il 2012, ma lasciamo stare che è già il 24 gennaio e c'è una cosa che mi preme di più.

Sono, infatti, divenuto scrittore internazionale e multilingue.
Si fa per dire.

È andata così. La mia facoltà il semestre universitario scorso ha offerto un corso di creative writing che pareva un'ottima occasione a) per guadagnare un discreto numero di crediti per l'ottenimento del Master, e b) per obbligarmi a scrivere qualcosa ogni settimana, tanto meglio se in inglese, che in ottica futura è un mercato interessante sia mai giunga a un buon livello di padronanza della lingua.
Bene, una lezione era dedicata alla scrittura di un breve testo teatrale (tiny play), genere che mai avevo affrontato in vita mia. L'insegnante ci ha proposto per l'occasione di provare a partecipare a un concorso che si teneva in quel periodo.

Piccole opere teatrali (massimo 600 parole) a tema l'Irlanda. Nessun problema, mi son detto. Non so nulla o quasi dell'Irlanda, non ci ho mai messo piede, è pacifico che farò un buon lavoro, mi son detto.
Tanto è gratis.
Et voilà, all'ultimo minuto come al solito, ho inviato il testo al concorso, una copia all'insegnante, gli ho chiesto se gli sembrava razzista, non ho avuto risposta, e me ne sono presto dimenticato.

Solo che, una settimana fa, ho saputo di aver vinto! La mia opera in inglese sarà rappresentata in Irlanda da attori su un palco a fine 2012/inizio 2013! Unbelievable!


La prima cosa che ho pensato è stata che probabilmente il livello del concorso non fosse altissimo, o che non lo conoscesse nessuno, e mi sono fermato lì, che tanto mi avrebbero pagato, che importa del livello del concorso?
Ma poi comunico la notizia all'insegnante che mi fa, ma lo sai con chi sei dentro? Non lo sapevo e sono andato a controllare.

Joseph O'Connor (il fratello di Sinéad O'Connor, ex-cantante dei Cranberries, tra le altre cose),
e un paio di sportivi e di comici irlandesi, e molti altri che (sono sicuro) pur non avendo una pagina wiki eccelgono nei loro campi.

'nsomma, è da una settimana buona che vivo su una nuvoletta, intimamente temendo il momento della rappresentazione e quello in cui dovrò effettivamente parlare con qualcuno coinvolto nell'evento, esternando così il mio inglese maccheronicissimo nella pronuncia e piuttosto traballante sintatticamente.
...
Machissenefrega!


Nessun commento:

Posta un commento