01/03/12

Cuore-riscaldante storia*._

Non avrei voluto raccontare la classica storia dello straniero che sembra brutto e cattivo ma che poi si rivela buono puccioso dal cuor d'oro. Eppure mi è successa.
In realtà non è andata proprio così.

Antefatto 1: di fianco a casa mia a Zurigo c'è un garage piuttosto scalcinato visitato spesso da persone abbastanza boarderline.
Antefatto 2: Da qualche mese a questa parte mi muovo per Zurigo su uno scooter, che il garagista gentilmente mi concede di parcheggiare nel suo piazzale, così che nel mio parcheggio lui ci possa lasciare le sue macchine e guadagnare un po' di spazio.
Antefatto 3: Lo scooter è del '96, e dal '97 ogni inverno gli muore la batteria. Non ha l'accensione a manovella in alternativa.

Bene. Al ricominciare dell'università ho rispolverato lo scooter dopo due mesi di inutilizzo causa freddo polare artico e non presenza in loco, già sapendo che avrei dovuto rubare due minuti al garagista per dare al mio mezzo una botta di elettricità tramite gli appositi cavetti che si applicano sulla batteria e che sicuramente hanno un nome tecnico che però io non conosco. Così faccio, eppure lo scooter non riparte. Il garagista ci guarda dietro, prova un po' di cose, e decide di smontarlo per vedere cosa c'è che non va. Io lo lascio fare: 'sto tizio lavora come un pazzo ogni giorno e ha sempre una tonnellata di clientela, che di solito è un buon segno della qualità del lavoro di qualcuno. C'è il piccolo particolare che è un meccanico d'auto, ma vabbé.
Dicevo, smonta tutto. Prova col macchino apposito se arriva la corrente nei posti giusti per identificare il guasto e scopre che il motorino d'accensione ("die Rolle" in tedesco, non so se sto usando il termine giusto in italiano) si è tipo fulminato. Mi mette in mano la mia carta grigia e il pezzo rotto e mi spedisce al negozio di riparazioni scooter lì vicino dicendomi che sicuro ce l'hanno in magazzino (non ce l'avevano, ma arriva in due giorni). Il tempo di andare e tornare e il meccanico mi ha pulito il filtro e sta per controllare lo stato delle candele. Così. In pratica mi ha fatto il servizio. Manco voleva che pagassi. Respect a 'sto tizio, ho pensato. E cazzi suoi se non vuole i miei soldi**.

* "Heart-warming tale"
** Ovviamente gli ho chiesto di farmi tariffa piena per l'ora di lavoro che gli ho rubato e sono riuscito a pagarlo. Poi: non ho idea si mi abbia fatto un prezzo di favore, se mi abbia spennato o se mi abbia chiesto il prezzo giusto, poiché non ho idea del tariffario consueto dei meccanici.

Nessun commento:

Posta un commento