14/01/13

2012 in Musica: Il Muro del Canto._

Il Muro del Canto - L'Ammazzasette

Folk romano, quello del Muro del Canto. Che vuol dire che suonano folk e cantano in dialetto romano. Che un po' spiazza al primo ascolto. Difatti prima di accattarmi il cd ho fatto partire più volte lo streaming su rockit per convincermi.
Alla fine ne é valsa la pena. Il folk mi piace, la sonorità del dialetto romano pure, mi ci sono abituato.
L'album è piuttosto lungo (16 canzoni) e non ha particolari fasi di stanca, grazie anche a un paio di canzoni recitate che spezzano il ritmo ed evitano il rischio monotonia. Ci sono un paio di perle, su tutte Luce mia (cfr. il video sotto) e Quanto sete brutti.
Tutto sommato penso che quello che più mi ha colpito del Muro del Canto sia il fatto che a mia conoscenza non ci sia nessuno che suona come loro.
Spero che nel 2013 lascino Roma e riescano a farsi un tour al nord, perché sono proprio curioso di vederli live.

Nessun commento:

Posta un commento